28 febbraio 2017

Belingozzo Toscano



Ci sono...dai ce l'ho fatta, oggi è l' ultimo giorno utile per questa ricettina di Carnevale anche se sinceramente questa ciambella sarebbe perfetta anche a Ferragosto. Adoro questo genere di torte, povere, che non hanno bisogno di posate per mangiarle, che puoi anche stare in piedi e che magari un bicchierino di vin santo ci sta anche bene. Il Berlingozzo è un dolce tipico toscano, profumato, dalla semplicità disarmante e se non fosse per gli albumi montati a parte, si preparerebbe in pochissimi minuti; ad ogni modo resta comunque un dolce a prova di bambini, semplice e spensierato. Ho scelto di aromatizzare la mia ciambella con l' anice ma potrete variare con della scorza di agrumi leggermente più abbondante, la scelta di decorare la superficie con delle codette di zucchero colorate, prima di infornare, potrebbe far saltare di gioia i nanetti di casa (questa è una certezza)! La ricetta di oggi la trovate anche sul n. 51 di FiorFiore in Cucina insieme ad altre ricette leggere e cotte al forno.




BERLINGOZZO TOSCANO

Ingredienti
(per uno stampo a ciambella da 24cm)

350g di farina 00
50g di fecola di patate
220g di zucchero semolato
4 uova medie (tuorli e albumi separati)
2 tuorli
140g di burro fuso
70ml di latte intero
16g di lievito per dolci
la scorza di un limone
30g di semi di anice

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180°C; imburrare e infarinare lo stampo. Setacciare farina, fecola e lievito insieme e lasciare da parte (ingredienti secchi). Separare i tuorli dagli albumi; montare i tuorli  (4+2con lo zucchero e lavorare per 10 minuti, unire il burro fuso tiepido, la scorza del limone, i semi di anice il latte e gli ingredienti secchi. Montare gli albumi a neve ben ferma e unirli al composto. Amalgamare bene, versare il composto nello stampo a ciambella  e cuocere in forno per 45 minuti circa. Sfornare e lasciare intiepidire. Sformare e lasciare raffreddare su una gratella per dolci; spolverare con lo zucchero a velo e servire.



Piatto in gres @giovelab - www.giovelab.it -  shop on line

Share:

17 febbraio 2017

Castagnole senza glutine e senza lattosio con olio extravergine d' oliva - VELOCI E FACILI


Di Castagnole lo scorso anno ne avevo fatte un' infinità e infatti se date uno sguardo potete trovare quelle classiche, quelle alla ricotta e quelle integrali al Porto. Cosa poteva mancare all' appello se non una ricetta senza glutine e magari anche senza lattosio e magari anche preparata con olio extravergine d' oliva?!??!? Allora eccovi accontentati, ho dosato gli ingredienti in modo da ottenere un impasto molto morbido (adoro le cose morbidose), ho unito tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolato con un cucchiaio di legno, l' ho lasciato una decina di minuti lì a riposare e dopo aver scaldato bene l' olio di semi di Arachidi, con l' aiuto di due cucchiaini, ho formato le Castagnole tuffandole direttamente nel tegame.....non mi sono neanche dovuta sporcare le mani e non ho neanche dovuto lavare questo e quello dopo aver fritto. Questa quindi direi che è una di quelle ricettine super speedy, facilissima e perfetta per chi ha sempre fretta e per chi ha bisogno di praticità in cucina. Semplificare certe volte è la ragione per cui una giornata potrebbe iniziare alla grande. Oggi allora comincio alla grandissima e speriamo che il resto della giornata non perda l' energia che sento adesso svolazzare per casa. Forza...tutti a friggere che tanto per la dieta ci sarà tempo!!!




Castagnole senza glutine e senza lattosio con olio extravergine d' oliva


Ingredienti
(per circa 1kg)

400g di farina di riso
50g di amido di mais
80ml di Vin Santo (o vino liquoroso)
90g di zucchero di canna
3 uova grandi
70ml di olio extravergine d' oliva delicato (o olio di semi di girasole per chi lo preferisce)
90ml di latte di soia
1 pizzico di sale
3g di bicarbonato di sodio
4g di cremor tartaro
la scorza di 1 limone piccolo
il succo di 1/2 limone piccolo

abbondante olio di Arachidi per friggere
zucchero semolato (o a velo) per finire

Procedimento

In una ciotola unire tutti gli ingredienti, amalgamare bene e lasciare riposare per 10 minuti circa. Nel frattempo scaldare l' olio e quando avrà raggiunto la temperatura di 175°C, iniziare a friggere: formare le Castagnole con l' aiuto di due cucchiaini e tuffarle direttamente nell' olio bollente. Scolare su carta assorbente e cospargere con abbondante zucchero. Servire.







Share:

14 febbraio 2017

Ciambella al cioccolato soffice senza lattosio - FACILISSIMA



Appena l'ho vista mi son detta che avrei dovuto rifarla al più presto (una ciambella al cioccolato super soffice e facilissima può forse passare inosservata?) e quale migliore ricorrenza poteva essere la più azzeccata se non quella che si festeggia oggi? Se dovessi darmi un soprannome mi definirei come il "silenzio delle ricorrenze" perché se fosse per me passerebbero tutte inosservate...ahahahah...lo so, non uccidetemi....ma che devo farci? Poi però mi ricordo che ho un blog e che certe cose è quasi un dovere festeggiarle, l' essere restia ai festeggiamenti è forse un fatto solo dovuto alla pigrizia...perché alla fine se poi riesco a non pormi limiti, mi fa piacere scoprire il mio lato più romantico e per di più mi diverto anche! Oggi quindi è San Valentino e in questo giorno carico di cuori decido di festeggiare l' amore che nutro verso tutto ciò che ha la forma di una ciambella, verso tutto ciò che sa di cioccolato, verso tutte quelle persone che amano tutto ciò che sa di cioccolato. Simona è sempre un piacere leggere le tue ricette e quando riesco, è sempre un piacere riproporle alle persone che mi circondano. Questa ciambella è davvero soffice e morbidissima, ho variato un po' su un certo ingrediente (per questo sarà una ricetta senza lattosio) e ho diminuito un poco la quantità di zucchero, ho aumentato tutti gli ingredienti facendo semplicemente un calcolo matematico solo per ottenere una ciambella più alta...per il resto è rimasta una ciambella perfetta, umida e goduriosa proprio come piace a me...adoro le torte così, che non hanno bisogno di glasse stucchevoli o di decorazioni varie perché poi alla fine quelle non se le mangia mai nessuno, amo la semplicità e forse lo si intuisce sempre dai mie dolci. Preparare questa ciambella sarà davvero un gioco da ragazzi, non serviranno le fruste elettriche ma bensì due ciotole, una bilancia, una frusta a mano e solo 10 minuti del vostro tempo...in 40 minuti circa cuocerà ed in meno di un' ora avrete una torta al cioccolato perfetta per ogni occasione. Auguro a tutti un BUON AMORE e una BUONA CIAMBELLA AL CIOCCOLATO SUPER SOFFICE!!!

Piatto in gres @giovelab - www.giovelab.it -  shop on line



Ciambella al cioccolato soffice senza lattosio

Ingredienti
(per uno stampo a ciambella da 20cm)

240g di farina 00
75g di cacao amaro in polvere
75g di polvere di mandorle
240g di zucchero di canna
150ml di olio di riso
3 uova medie
300ml di latte di soia
1 baccello di vaniglia
12g di lievito per dolci

zucchero a velo q.b.

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180°C; imburrare e infarinare uno stampo a ciambella da 20cm (anche uno più grande andrà bene, la torta risulterà solo più bassa). In una ciotola setacciare insieme la farina, il cacao, il lievito e unire lo zucchero e la polvere di mandorle; un' altra ciotola unire l' olio, le uova, il latte e i semi del baccello di vaniglia. Versare piano piano gli ingredienti umidi su quelli secchi e amalgamare bene in modo da ottenere un composto omogeneo e liscio. Versare dentro lo stampo e infornare per 40 minuti circa (la prova stecchino sarà fondamentale per verificare la cottura). Sfornare e lasciare intiepidire dentro lo stampo per almeno 30 minuti prima di estrarla poichè è una torta morbida e umida (estrarla subito dallo stampo potrebbe provocare la sua rottura); trascorso il tempo sformarla e lasciare raffreddare per un ora prima di spolverare con lo zucchero a velo e servire. Conservare sotto una campana di vetro per due/tre giorni in un ambiente fresco e asciutto.






Share:

11 febbraio 2017

Base soffice per torta farcita senza glutine e senza lattosio

Piatto in gres @giovelab - www.giovelab.it -  shop on line

E' stata la prima ricetta che ho adocchiato ma Rossella non chiedermi il perché. In effetti in FREE CUCINARE SENZA di preparazioni invitanti e che suscitavano la mia curiosità ce n' erano tante ma come inizio ho pensato che una base potessero aprirmi la strada...e poi se le basi sono solide, tutto il resto non può che essere eccellente ^_^ giusto? Il libro è improntato tutto sul "senza ma con gusto" perché chi lo ha detto che eliminare significa perdere qualcosa? I motivi che mi spingono verso questa tendenza sono solo dettati dall' esigenza di "alleggerire" ma soprattutto incalzati dal desiderio di sperimentare. In questo libro, glutine, latte, uova e zucchero fanno a turno, nel senso che sono loro i quattro senza sul quale vertono le ricette e se anche voi come me, sentite l' esigenza di provare nuovi accostamenti, non potrete resistergli. Oggi per me sarà la volta del "NO GLUTINE" e del "NO LATTE", ho infatti preparato una base soffice per torte farcite, una sorta di Pan di Spagna insomma. Questa ricetta sarà perfetta per le vostre torte di compleanno a più strati, proprio per quelle belle alte, straripanti di creme e inzuppate di bagna dolcissima. Se eseguirete questo impasto per dolci, la sofficità sarà la prima caratteristica che vi coglierà di sorpresa....dopo i primi minuti in forno vedrete cresce questo cilindro quasi a dismisura e quando finalmente affonderete il coltello sulla sua sommità, vi sembrerà di tagliare una nuvola. Penso che sia arrivato il momento di lasciare spazio agli ingredienti ma un' ultima cosa, se userete questa ricetta per la vostra torta di compleanno, preparatela il giorno prima, una volta fredda avvolgetela nella pellicola per alimenti e lasciatela riposare in un luogo fresco e asciutto...gusto e consistenza ci guadagneranno alla grande!!


Base soffice per torta farcita senza glutine e senza lattosio

Ingredienti
(per uno stampo circolare da 20/22cm)

90g di amido di mais
60g di fecola di patate
100g di zucchero di canna
3 uova medie
2 cucchiaini di lievito per dolci
20ml di olio d' olio d' oliva extravergine (per me olio di riso)
aromi (o la scorza di un limone o i semi di un baccello di vaniglia)

Procedimento


Setacciare gli amidi con il lievito e lasciare da parte; preriscaldare il forno a 180°C. Foderare lo stampo con la carta da forno. Lavorare con le fruste elettriche 2 uova e 1 tuorlo unendo 80g di zucchero di canna e gli aromi, per più di 5 minuti; versare a filo l' olio continuando a sbattere. A parte montare a neve ben ferma l' albume con il restante zucchero di canna; incorporare gli amidi già setacciati alle uova (operazione da eseguire con movimenti lenti, dal basso verso l' alto) e infine incorporare l' albume montato. Ottenere un composto ben areato e privo di grumi, versarlo nello stampo e infornare per circa 30/35 minuti o finché inserendo uno stuzzicadenti  al centro della torta questo risulterà asciutto.






Stampo per torta in gres @giovelab - www.giovelab.it -  shop on line

Share:

1 febbraio 2017

Mini Pie con Pasta Brisée integrale ricotta e spinaci


"OSSSSSSIGNORE"......finalmente eccomi, una nuova settimana è iniziata e a dire il vero siamo già a metà strada, riesco a prendere fiato solo adesso e mentre mi concedo un' apnea forzata, mi siedo giusto il tempo per scrivervi due righe. E' da un po' che la parola buoni propositi aleggia nell' aria, è come se qualcosa o qualcuno volesse tranquillizzarmi o vedermi meno stressata...probabilmente quel qualcuno sono proprio io che inconsciamente voglio impormi nuove regole. Se penso a me come ad un difetto, la prima parola che mi viene in mente è "ANSIA"....si si...avete capito bene, per certi versi mi ritengo una persona ansiosa, ma ansiosa nel senso di "TESA", quasi "IRREQUIETA" e questo solo per il fatto che troppa brace al fuoco ancora non riesco a controllarla o meglio, non vorrei controllarla.....io sono quella che "un progetto va iniziato e finito" e solo successivamente può pensare di dare il via a nuove danze. E' come quando si legge un libro.....mai leggerne due contemporaneamente, o è come l' insalata con la bistecca, mai mangiarli insieme...prima mangio l' insalata per poi finire con il rosicare anche l' osso. Il mio cervello mi impone di elaborare e di archiviare...elaborare nuovamente ed archiviare ancora....questo credo che sia la mia (forse distorta) visione dell' ordine...quell' ordine mentale che vale di più di quello vero e proprio, fatto di oggetti ognuno al proprio posto o di pavimenti e mobili lustrati a dovere. Adesso non so se con il rigiro di parole avrete stanato il ragno dal buco....di certo avrete capito che sono un po' stressata (ma solo stress positivo che mi fa sentire viva), di certo avrete capito che la brace è più che accesa (e la bistecca con l' osso non la mollo neanche morta) e di certo avrete capito che i buoni propositi me li dovrete elencare voi (fatemi stà cortesia ^_^) se vogliamo venire a capo di questo confuso preambolo ^_^!!! Scherzi a parte, la verità è che qualcosa si è mosso e quel qualcosa è arrivato giù come un missile, dritto sulla mia testa, quel qualcosa mi tiene occupatissima e non mi permette distrazioni. Qualcuno direbbe "...l' hai voluta la bicicletta? E ora pedali bella mia......!!!!". Pedalo eccome e anche con un sorriso enorme stampato in viso. I buoni propositi serviranno solo a darmi la giusta carica, a farmi prendere le cose per il verso giusto e a farmi dare il meglio di me su tutti i fronti. Nel frattempo oggi una nuova ricetta (elaboro e archivio) e penso al domani e alla bella camminata con tanto di amica al seguito che mi farò nelle prime ore del mattino, che dite......potrebbe andare come primo buon proposito?


La pasta brisée è una di quelle ricette base, indispensabile per la preparazione di piccoli stuzzichini, di torte salate ma anche dolci. Certe volte la utilizzo anche per preparare delle pizzette dell' ultimo minuto per rendere felici le mie nanette di casa. La versione di oggi è però ulteriormente salata, aromatizzata al formaggio (io ho scelto il pecorino Romano ma qualsiasi altro formaggio andrà bene) per dare una marcia in più alla ricetta; ho realizzato queste mini pie farcendole con il ripieno che avrei  quasi destinato ai classici ravioli e il risultato è stato ottimo. 



Mini Pie con Pasta Brisée integrale salata ripiene di ricotta e spinaci


Ingredienti


Per la pasta brisée
  • 400g di farina integrale
  • 200g di burro
  • 60g di Pecorino Romano (o altro formaggio grattugiato)
  • 60g di polvere di mandorle
  • 60ml di acqua ghiacciata
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe

Per il ripieno
  • 200g di spinaci lessati e strizzati
  • 300g di ricotta di pecora fresca
  • 1 uovo
  • 30g di Grana Padano
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b. (abbondante)
Per finire
  • 1 albume
  • semi di sesamo q.b.


Procedimento


Per il ripieno
Tritare con il coltello gli spinaci e metterli in un recipiente pulito. Unire la ricotta passata al setaccio; unire il formaggio grattugiato, la noce moscata, l' uovo sbattuto, salare e pepare e amalgamare il tutto. Lasciare da parte.

Per la pasta brisée
Nella ciotola della planetaria, con la foglia, sabbiare la farina con il burro, il sale e il pepe, il Pecorino Romano e la polvere di mandorle (operazione che deve durare pochi secondi); unire l' acqua fredda e lavorare ancora finchè l' impasto non sta insieme (non più di 40 secondi). Formare una palla lavorando brevemente la pasta su un piano di lavoro pulito; avvolgere nella pellicola e raffreddare l' impasto in frigorifero per almeno 4 ore.

Note: la pasta brisée si può conservare anche in freezer per 1 mese al massimo, sarà necessario scongelarla in frigorifero la notte prima di utilizzarla.

ASSEMBLAGGIO

Scaldare il forno e 180°C; estrarre la pasta brisée dal frigorifero e lasciare a temperatura ambiente per qualche minuto; stenderla su un piano leggermente infarinato formando tanti dischetti, adagiarli sopra una placca rivestita con carta da forno; sulla metà dei dischetti, disporre il ripieno di ricotta e spinaci al centro, lasciando un bordo tutt' intorno, con i restanti dischetti andare a formare una sorta di raviolo che andrà  sigillato bene con l' aiuto di una forchetta. Spennellare ogni pie con l' albume e cospargere con i semi di sesamo. Infornare e cuocere finchè la crosta risulta dorata e ben cotta (circa 15/20 minuti a seconda della grandezza). Sfornare e servire subito.










Share:
© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig