27 settembre 2016

Torta al caffè



Bevo tanti caffè.....certe volte non lascio il tempo alla tazzina di freddarsi che già la vedo tornare piena, quando lo bevo però non ho fretta, mi piace non troppo caldo ma neanche troppo tiepido....sono una di quelle che lo lascia lì un pochino e non appena la schiuma si abbassa leggermente, afferro la tazzina tra le mani e me lo gusto fino alla fine. Il caffè doppio non fa per me, uno dopo l' altro riesco a berlo (è il rito di ogni mattino), ma due tutti insieme nella stessa tazza proprio no, anche dopo la pausa consueta, non riesce a raggiungere la temperatura ideale per me, poi la tazza essendo più grande non lo avvolge...insomma, il doppio non mi identifica ecco! Il mio caffè poi è rigorosamente amaro e nerissimo, guai ad addolcirlo, guai a macchiarlo...anche tutti quei surrogati che vengono venduti nei bar, se fosse per me, potrebbero benissimo scomparire ^_^.....il ginseng e l' orzo e che sarebbero caffè?! Solo bevande con il tentativo di imitare il mio amato Cavaliere dal mantello nero. E' nella prima parte della giornata che ne consumo davvero un gran numero...sei tutti tutti...poi ancora uno dopo pranzo e uno a metà pomeriggio; ogni tanto azzardo anche prima di andare a letto...al posto della tisana diciamo, perché problemi di insonnia neanche a parlarne, caffè o camomilla, il coma profondo arriva intorno alle ventuno e su questo non ci piove...o che vuoi che mi faccia una tazzurela 'e caffè all' imbrunire!!! Dovrei smettere...lo so e probabilmente prendere come esempio Laura sarebbe salutare, poi però il bisogno supera la volontà e lasciarsi andare alla tentazione come fa Francesca, è l' unica scelta possibile per me. Ma se il caffè è comunque un punto fermo nelle mie lunghe giornate, forse lo è anche queste due meravigliose donnine là sopra...giusto ragazze? Gira che ti rigira, questo mondo virtuale mi fa sempre circolare intorno a chi mi piace...per volontà e non, l' attenzione ricade comunque negli stessi spazi a me familiari ^_^. Quando ho pensato a questa torta, mi è tornato alla mente un post di  Francesca, ricordavo di una cake invitantissima al caffè...correndo quindi a ricercare la ricetta guarda cosa ti trovo?!! Un post "dedicato" (dai...si..dedicato lo era) alla mia bella Laura, che sia un caso? Per me no....mi sento continuamente influenzata da ciò che mi gira intorno e ovviamente ciò che  mi gira intono non arriva lì per caso; Laura e Francesca non arrivano per caso...un caffè per me e per loro non arriva per caso...una cake al caffè per me e per loro, non arriva lì per caso. Come per una delle due, anche nelle mie ricette (che siano già esistenti o create lì per lì....) sono racchiuse ispirazioni, principi precisi e idee di partenza che non arrivano lì per caso ^_^. Probabilmente avrò confuso un po' le idee ma oggi tutto questo lungo preambolo si è materializzato sotto forma di un caffè fatto cake, sotto forma di tre donne che si incontrano e che cucinano quasi allo stesso modo, di tre amiche virtuali che si ammirano mentre creano cake meravigliose! Per quanto mi riguarda, anche Leonardo Di Carlo ha messo bocca nella mia idea tutta al caffè  e arriva giusto in tempo per terminare questo post dedicato....ispirato....sospirato e che profuma di caffè!



Torta al caffè

Ingredienti
(per uno stampo da 900g circa)

160g di farina 0
80 g di polvere di mandorle
3 uova grandi
20g di miele Millefiori
220g di zucchero di canna chiaro
100ml di panna liquida (m.g.35%)
2 caffè ristretti Chicco Arabica Dorhouse (circa 50g)
60g di burro fuso tiepido
12g di lievito per dolci
un pizzico di sale

Procedimento

Imburrare e infarinare lo stampo scelto e lasciare da parte; preriscaldare il forno a 170°C. Preparare i due caffè e lasciarli intiepidire, sciogliere il burro e lasciarlo intiepidire. Con la foglia, mescolare in planetaria (senza montare) le uova, con il miele, lo zucchero e il sale. Unire la panna, il burro fuso e i due caffè. Unire ancora la polvere di mandorle e la farina  setacciata con il lievito, mescolare il tutto velocemente (impasto liscio e privo di grumi) e versare nello stampo. Infornare e cuocere per 50 minuti circa ma verificare la cottura sempre con la prova dello stecchino di legno. Estrarre la torta dal forno e lasciarla intiepidire; sformare la torta e lasciare raffreddare e servire.



Caffè Dorhouse: facebook  - instagram - twitter









Share:

5 commenti

  1. Eccoti...e.....eccomi...mi hai beccata proprio davanti al pc...ormai pubblichiamo anche in contemporanea...niente non c'e' storia....
    Io questa fissa dei caffè' l'avevo capita da un pezzo, ma così' tanti non riuscirei davvero a prenderli, mi vedresti sicuramente in tic compulsiva muovere la testa e il corpo...e allora altri che urli ai miei figlioli....farei scappare tutti i cinghiali che ci sono quassù'....e anche qualche lupo!
    I miei caffè' sono decisamente meno numerosi, ma il gusto varia spesso, macchiato caldo, macchiato freddo, deca, l'unica cosa che non cambia e' il vetro...sempre nel bicchiere per me....insieme a un pezzo della tua torta...per sentirti più' vicina! bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che vetro o meno per me non fa differenza? Neanche ci avevo pensato...ma forse il vetro lo preferisco adesso che mi ci fai pensare!!!!! Magari mi venisse qualche tic anche a me...forse solo così rallenterei un pò e potrei anche decidere di prendere meno caffè...ahahaha...senti, almeno oggi pomeriggio lo abbiamo preso insieme e ora corro a preparare i ravioli e non potrò non pensare a te amica mia!!!! Ti bacio e ci sentiamo in settimana!!!

      Elimina
  2. il caffè è insostituibile anche per me e lo trovo ottimo come ingrediente di certe preparazioni dolci e salate

    RispondiElimina
  3. Invece pensa...io non digerisco il caffè, mi fa stare male , ma male di stomaco che non ti immagini. Però ne adoro il profumo, il gusto, mmmm...
    Se posso lo metto nei dolci e sicuramente mi salverò questa tua favolosa ciambellona!
    Un grande abbraccio cara

    RispondiElimina
  4. i love every thing you do!!

    RispondiElimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig