6 febbraio 2016

Castagnole - Ricetta Classica ATTO II


Se è vero che le mie promesse non sono da marinaio, dovrò parlare di un certo ATTO II prima o poi! Le Castagnole alla ricotta ATTO I dovete per forza ricordarle, quelle morbide, dalla forma più regolare e con un impasto un pò bisbetico ma domabile. Oggi la versione classica quindi, una Castagnola più croccante e golosa dove la frase fatta " l' una tira l' altra " trova la sua massima espressione. Il classico è indiscutibile, difficile che non piaccia e difficile che passi di moda, che sia la mia scelta prediletta?!?!? Ad ogni modo saranno castagnole facilissime da preparare, perfette anche per i bambini perchè l' impasto sarà della consistenza giusta, facilmente lavorabile e ideale da arrotolare; dove gli ingredienti si infileranno tutti insieme in una ciotola e la sola difficoltà sarà quella di subire una piccola pausa in frigorifero. Mentre voi peserete gli ingredienti, io resterò a guardarvi ....un pò di riposo devo concedermelo ogni tanto e con un iMac ormai defunto, l 'arresto è quasi una forzatura. Questi arresti domiciliari mi serviranno per rigenerarmi. Per fortuna però che esistono gli archivi e avendo io lavorato molto in tempi non sospetti, posso adesso solo godere di una ricetta pronta per essere condivisa. Potevo forse lasciarvi senza la più classica delle Castagnole??!?!? Via vado....buona Domanica ^_^ e buon lavoro.



Castagnole classiche 


Ingredienti
(per circa 1Kg di Castagnole)


500g di farina 00 W180
5g di lievito per dolci in polvere
90g di zucchero semolato
1 pizzico di sale (1g circa)
la scorza di due limoni non trattati (5g circa)
125g di burro a temperatura ambiente
150g di uova intere (circa 3 medie)
50ml di liquore Strega (o latte per una versione per bambini)


olio di arachide q.b.
zucchero semolato q.b.
zucchero a velo q.b.


Procedimento

Nella ciotola della planetaria (o su un piano di lavoro pulito ed infarinato), impastare tutti gli ingredienti e formare un impasto liscio, facilmente lavorabile. Lasciarlo riposare avvolto in della pellicola per alimenti, per 1 ora a temperatura ambiente, o anche per tutta la notte in frigorifero. Formare le Castagnole prelevando sempre la stessa porzione d' impasto, formare tante piccole palline e friggere in abbondante olio di arachide a 175°C . Scolare su carta assorbente e dopo poco passare le Castagnole nello zucchero semolato. Una volta fredde spolverare con lo zucchero a velo e servire. Consumare in giornata.





Share:

3 commenti

  1. Ricetta perfetta, foto incantevoli. Assolutamente da rifare.
    Buona domenica :-)

    RispondiElimina
  2. ma quanto sono belle e golose e ...quante sono!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  3. Queste castagnole si potrebbero anche chiamare ciliegine, sia perché sono splendide tutte belle tondette sia perché una dopo l'altra mezza teglia la finirei di certo!
    Dopo il tuo cavolfiore al cartoccio vuoi vedere che preparo anche le castagnole atto secondo?

    un abbraccio
    Viviana

    RispondiElimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig