22 aprile 2015

Cake Quattro Quarti alla ricotta senza zucchero


Ma io vorrei sapere come ho fatto a non aver mai pensato a questa torta prima di questo momento, forse perché meditare di dover utilizzare la stessa quantità per tutti gli ingredienti mi ha sempre scoraggiata! In effetti ciò che ho detto potrebbe risultare opinabile....utilizzare tanto di questo e tanto di quello senza preoccuparsi di dosi e pesi diversi, dovrebbe portare la ricetta della torta Quattro Quarti dritta sul podio, dovrebbe incoraggiare e destare interesse e non certo sollevare questioni! E invece no....questa ricetta, per me non è stata così immediata, la cosa che mi ha sempre fatto desistere è stato il peso notevole che avrebbero avuto i grassi: tanto burro quanta farina, tante uova quanto zucchero, tanto zucchero quanto burro! Poi però qualcosa mi fa cambiare idea.




Arriva Maddalena e mi serve l' idea su un piatto d' argento, mi piazza in prima pagina una Quattro Quarti alla ricotta senza olio e senza burro ed io mi sento colpita e affondata. Chi mi conosce (e lei la sa lunga) sa quanto io ami la ricotta e quanto mi piace infilarla in ogni dove, è un ingrediente versatile che si presta per tante preparazioni, nei dolci trova la sua migliore collocazione e quando si deve far scendere le calorie con grassi alternativi, è sempre la scelta azzeccata! La sua versione era già perfetta così...ma potevo forse io non stravolgere una ricetta già rivoltata come un calzino? Potevo forse non lesinare ancora qualche caloria e renderla davvero mia??? Non essendoci burro e non essendoci olio, mi sono attaccata alla sola cosa possibile e cioè agli zuccheri. Avevo un barattolo di sciroppo d' acero appena arrivato dal Quebec che mi stava guardando da giorni...una roba squisita che vale la pena di assaggiare almeno una volta nella vita (lo so, quello autentico non è facile da trovare ma quando ogni tanto Margherita mi vizia, io non posso che sfruttarlo al meglio) e quindi il pensiero di sostituirlo completamente allo zucchero è stato fulminante! Senza neanche accorgermene mi sono ritrovata con l' apriscatole in mano e già le uova stavano montando con lo sciroppo nella ciotola del KitchenAid!!!! 


Quello che ne è uscito fuori è stato sorprendente...una torta Quattro Quarti leggerissima senza grassi perché senza burro e senza olio, senza zucchero, delicata, non troppo dolce come piace a me, ideale per una merenda senza troppi sensi di colpa, ideale per una colazione sana, ideale per gratificare il palato dopo una dieta stressante. Insomma mi sono ritrovata con un il MIO DOLCE IDEALE tra le mani e tutto questo senza neanche averlo calcolato. Per fornire info più precise su questa torta particolarmente povera di grassi e per dare modo di ottenere la giusta consistenza e un' adeguata umidità, mi sento di sconsigliare l' utilizzo di una ricotta di pecora poiché  troppo asciutta, quella vaccina sarà perfetta, le uova andranno montate intere con lo sciroppo d' acero (o con la stessa quantità di zucchero), quindi non separare gli albumi dai tuorli come di solito si fa per questa ricetta per montarli a parte, poiché la torta è povera di grassi e così facendo, si rischierà di ottenere una fetta spugnosa e non certo umida e scioglievole. La scelta di accostare della frutta fresca (che potrà essere scelta a seconda dei gusti personali) a questa base sarà fondamentale per il gusto e per la bontà dato che compenserà la completa assenza di grassi. Ad ogni modo, preparare la Quattro Quarti, a prescindere dal fatto che si foglia eseguire la mia versione, è una ricetta facilissima, che potrete realizzare in pochi minuti, dove il peso dei quattro ingredienti principali sarà il medesimo (uova, farina, burro o olio e zucchero). Se si parte dal peso delle uova tutto diventa più semplice, una volta stabilito quello si procede come già spiegato e il gioco è fatto. Si può poi unire alla base ottenuta  più ingredienti per rendere la ricetta sempre diversa come della frutta di stagione, delle gocce di cioccolato, canditi, pinoli, uvetta ma anche spezie come la cannella o aromatizzare con scorze di agrumi, insomma la variante "fantasia" potrà cambiare la veste di questa torta. La mia scelta, per esempio è ricaduta sui lamponi che adoro e che utilizzo nei miei dolci appena possibile. 


Cake Quattro Quarti alla ricotta senza zucchero

Ingredienti
(per uno stampo da plumcake da 25cm)

250g di uova intere a temperatura ambiente (5 medie)
250g di ricotta vaccina
250g di sciroppo d' acero
250g di farina 0
125g di lamponi freschi
1 baccello di vaniglia Bourbon
10g di lievito per dolci

Procedimento


Preriscaldare il forno a 180°C e nel frattempo montare le uova con lo sciroppo d' acero e la vaniglia, dovranno risultare gonfie e spumose. In un colino a maglia fine, setacciare la ricotta e con l' aiuto di una spatola, unirla al composto montato, praticare movimenti lenti e dal basso verso l' alto. Unire poi la farina e il lievito setacciati insieme ed infine i lamponi ben lavati e tamponati; anche in questo caso, procedere con cautela per non smontare il composto. Versare il tutto nello stampo scelto precedentemente rivestito con della carta da forno e cuocere in forno per 40 minuti circa o fino a che il dolce avrà superato la prova dello stecchino. Sfornare e lasciare raffreddare. Per una migliore conservazione, consiglio di non lasciare la torta esposta a correnti d' aria poiché tende a seccarsi, quindi consumare il prima possibile o coprire con una campana di vetro.




Nella speranza di avervi ispirati, vi lascio per poi ritornare il prima possibile!
Bacio grande 
e grazie!

Share:

21 commenti

  1. La tua ricetta favolosa dimostra che si possono fare dolci buoni anche senza troppi grassi.Io non amo la ricotta come potrei sostituirla?Grazie!😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao......magari prova con yogurt greco intero anche se la ricotta nei dolci serve a dare la giusta consistenza, non si sente minimamente la sua presenza!!! Buona giornata!!!

      Elimina
  2. Eccetelodicoafare... c'ho quei 250 gr di ricotta che mi stanno chiamando... ;D oggi pomeriggio dopo che è andato il via quello del terrazzo (già sai che le rotture di p... sono tutte per me) la preparo! avevo visto il cake da Maddy e messo tra i preferiti, poi lo rivedo qui... amen! Anch'io come te adoro la ricotta e se non c'è ne burro ne olio oddio, non vedo l'ora di sentirne il sapore, perchè come ben sai ogni volta che provo una ricetta senza olio o burro non mi convince totalmente :* ti abbraccio stella buona mattina:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amò....so che anche tu stai attenta a ciò che si mangia, questa torta però, pur non contenendo grassi, riesce a soddisfare il bisogno di una fetta di dolce senza troppi sensi di colpa.....chiaro che non potrà mai essere come una torta con all' interno 250g di burro o di olio ma credimi che la ricotta riesce a rendere piacevole il momento!!!!

      Elimina
  3. Che bella questa ricetta, la presenza dello sciroppo d'acero poi mi fa venire già l'acquolina in bocca!! :)

    RispondiElimina
  4. io adoro le quattro quarti, perchè sono una base favolosa su cui giocare. Con la ricotta, però, non avevo mai provato. Questa, cara, finisce dritta dritta nella mia wish list <3

    RispondiElimina
  5. La torta di Maddy ha avuto lo stesso effetto anche su di me... salvata subito nei preferiti, con gli occhi accesi e la curiosità alle stelle! Tu mi hai battuto sul tempo nel farla e a questo punto non sono sicura di provare... ma stra sicura! Poi le ricette scambiate tra amiche (vere) mi piacciono ancora di più... :-)
    Di mano in mano, di cucina in cucina, di sorriso in sorriso...


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belle le tue parole oggi....grazi Fra!!!

      Elimina
  6. che dire una meraviglia....... troppo giusta!!!! ;)
    Baci

    RispondiElimina
  7. ..e stavolta hai colpito e affondato anche la sottoscritta :-)
    Grazie cara, diventerà anche il mio dolce ideale che strizza l'occhio alla prova costume ^_*

    RispondiElimina
  8. FANTASTICA,! la adoro, sono il tipo di dolci rustici e con la frutta che preferisco

    RispondiElimina
  9. La ammiravo da fb e non potevo non venire ad smmirare da vicino.Ma allora è davvero una magia,si perché qui i "senza"non sono affatto mancati.Bella e ricca e ..la vorrei tanto qui con lamponi annesi.Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  10. wow,fantastica,con qualche accorgimento posso mangirla anche io che seguo una dieta dimagrante,brava e grazie

    RispondiElimina
  11. ecccoooooo...sento la parole sciroppo d'acero e arrivo di gran carriera...ho scoperto che nei dolci è da urlo e se posso lo uso....che delizia, l'ho già segnata! ;)

    RispondiElimina
  12. Anche io ne ero sempre stata lontana causa l'enorme quantita' di burro, poi un giorno mi venne in mente di usare il mascarpone al posto del burro. E in effetti viene ottima. Ma la ricotta e' ancora meglio, ancora piu' leggera. La provero' sicuramente

    RispondiElimina
  13. Tosoro la quattro quarti mi è sempre piaciuta però ahimè come dici tu è una bombaaaaa invece questa versiona cavolo è genialeeeeeee e poi come te amo pazzamente la ricotta che si esalta con questi magici lamponi!!Domani la provo magari con le fragole visto che ne ho una tonnellata!!!!Un bacione grandissssimo,Imma

    RispondiElimina
  14. Tesoro ultimissima cosa , posso mettere metà sciroppo d'acero e metà miele secondo te??tipo 125 di sciroppo e 125 di miele???Ho poco sciroppo d'acero:-)!!!Baci

    RispondiElimina
  15. foto meravigliose come sempre cake golosissimo!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  16. Ma perchè il mio commento qui non c'è? eppure me lo ricordo bene quando l'ho lasciato...ero al parco con Tommy e vidi la torta su fb...ti lasciai un commento e dopo qualche minuto eravamo a ridere al telefono come due pazze....però vedi il cuore mi ha chiamata e io l'ho seguito subito, sono corsa a vedere di nuovo questa meraviglia...ed eccomi qui, ha lasciare il mio commento ai posteri...allora dolcezza quella conferma che mi dovevi dare? ci sentiamo domani? un bacio tesò!

    RispondiElimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig