13 dicembre 2014

Brioche for Christmas - Pan Brioche di Natale con uvetta e lievito madre

Questa Brioche è per tutti quelli che "mi fa paura il panettone"...per tutti quelli che "ormai è troppo tardi"...per tutti quelli che "però ci voglio provare con i lievitati"...insomma è una BRIOCHE che non può mancare sulla vostra tavola mentre fuori è ancora buio, mentre la caffettiera sta borbottando, mentre il gallo sta cantando, mentre la vostra teiera sta fischiando e magari mentre ancora tutto tace tra i profumi di casa vostra...una BRIOCHE per Natale...piccoli gesti che cambiano gli umori!



La ricetta arriva da qui dove tutto è sempre una certezza, dove non si sbaglia un rinfresco e dove trovo sempre consigli e spunti per creare nuove ricette! Poche parole perché mi sembra sempre che sia tardi...ho ancora il vero Panettone in progress, ho ancora una sacco di ricette da sistemare, ho ancora tutti i regali da fare, quindi basta dilungarsi perché alla fine ciò che conta sono le ricette, le parole le porta via il vento è la Brioche for Christmas che alla fine resta ^_^!



Brioche for Christmas


Ingredienti
(per uno stampo a ciambella da 24cm)

150g di lievito madre rinfrescato due volte nella giornata (in sostituzione fare una biga 12 ore prima con 100g di manitoba, 50g di acqua e 1,5g di lievito di birra fresco e lasciare fermentare a 18°)
380g di farina W330 - 350 (oppure farina Manitoba)
125g di latte tiepido
65g di acqua
120g di zucchero
100g di burro a temperatura ambiente
1 albume
2 tuorli
5g di sale
1 cucchiaio di rhum
1 bacca di vaniglia Bourbon
la scorza grattugiata di un' arancia

200g di uvetta
2 cucchiai di rhum


Procedimento

1) Mettere in ammollo l' uvetta in acqua tiepida più due cucchiai di rhum.
2) Sciogliere nella planetaria il lievito madre (o la biga) a pezzettini, nell' acqua e nel latte, usando il gancio a foglia, procedere fino a che si sarà sciolto.
3) Unire la farina, tanta quanto basta (presa dal totale) per ottenere un impasto morbido e consistente.
4) Sempre con la planetaria in azione, unire il tuorlo, 30g di zucchero e di seguito ancora un po' di farina (sempre presa dal totale), tanta quanta ne basta per ottenere un impasto morbido e consistente.
5) Dopo che l' impasto avrà assorbito lo zucchero e il tuorlo, unire il secondo tuorlo, 40g di zucchero e ancora un po' di farina.
6) Proseguire con l' albume rimasto, il sale, 50g di zucchero e la farina rimasta (poca alla volta) ma lasciandone 1 cucchiaio da parte.
7) Incordare l' impasto con il gancio a foglia.
8) Unire il burro morbido in tre riprese (la seconda ad assorbimento della prima e via così).
9) Unire il rhum (poco alla volta), la scorza grattugiata dell' arancia e i semi di vaniglia.
10) Quando l' impasto avrà assorbito tutti gli ingredienti terminare con il cucchiaio di farina rimasto.
11) Incordare l' impasto.
12) Adesso sostituire il gancio a foglia con il gancio per impastare (uncino); azionare la planetaria alla velocità minima e inserire l' uvetta strizzata e ben asciugata; appena questa sarà ben distribuita, fermare la macchina.

Adesso si potrà procedere in due modi:

A) Fare una palla con l' impasto e lasciare lievitare, fino al raddoppio (5 ore circa, ma non c'è un tempo prestabilito poichè tutto dipende dalla forza del lievito e dalla temperatura dell' ambiente), in un contenitore pulito e coperto con pellicola per alimenti, lontano da correnti d' aria e in un luogo tiepido.

B) Fare una palla con l' impasto e lasciare lievitare in un contenitore pulito e coperto con pellicola per alimenti, per 8 ore in frigorifero. Estrarre dal frigorifero e lasciare a temperatura ambiente per due ore.

13) Una volta lievitato, prendere l' impasto con delicatezza, praticare un foro al centro (premere pollice e indice insieme) e inserire nello stampo a ciambella.
14) Lasciare lievitare ancora sempre coperto con pellicola per alimenti, lontano da correnti d' aria e in un luogo tiepido e attendere che arrivi al bordo dello stampo.
15) Cuocere in forno a 200°C per i primi 15 minuti; a 170°C per altri 35 minuti (se la superficie dovesse scurirsi, coprire la brioche con un foglio di alluminio.
16) Dopo aver fatto la prova stecchino (dovrà uscire asciutto), spegnere il forno e lasciare 5 minuti prima di estrarre la ciambella lievitata.

La brioche con uvetta se conservata in un contenitore con chiusura ermetica, si mantiene buona anche dopo 7 giorni (scaldare la fetta per pochi secondi nel microonde per ritrovare la morbidezza iniziale).







Lo so....sono super attiva in questi giorni...però dopo tutto a casa mia si dice che il ferro va battuto finché è caldo quindi adesso prendetemi così
 e speriamo di continuare ancora e ancora e ancora!

Comunque, occhi aperti perchè torno prestissimo
 e stavolta con tanta frutta secca....
STAY TUNED...and
Bacio Grande!!!!



Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Sonia del mese di Dicembre:




Con questa ricetta partecipo alla raccolta di ricette Aspettando il Natale di
Giochi di Zucchero




Share:

23 commenti

  1. noooooo. è stupenda... perchè non partecipi alla mia raccolta di Natale?? <3 smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mandami il link......così domani la inserisco...ok? Grazie e a presto allora!!!

      Elimina
    2. http://giochidizucchero.blogspot.it/2014/12/aspettando-il-natale-biscotti-di-frolla.html :**

      Elimina
  2. Que rico!! gracias por tan buena explicación.
    Blanca de JUEGO DE SABORES

    RispondiElimina
  3. Mamma mia!!!!!!!!Stupenda! Credo che sarei pericolosissima vicino a questa brioche... :D IO sono malata di dolci con uvetta e infatti si prevede almeno 1 kg in più per le feste natalizie :D Bellissima atmosfera e foto incantevoli come sempre ^_^

    RispondiElimina
  4. Tesoro altro che,è meravigliosa!!!Ha un aspetto davvero incantevole e sono certa che portata in tavola a Natale farebbe un figurone altro che panettone:-)!!Comunque per chi come me si terrorizza all'idea del panettone homemade, è perfetta anzi segno subito tutto e ci piaci cosi iperattiva:;-)!!!!Baci grandi,Imma

    RispondiElimina
  5. Una eccola qua :-) Ho paura del panettone così come del pandoro e non me ne vergogno eh! Lo dico senza problemi. Ora, peccato che sto talmente chiusa e con febbre alta perché sarei andata di corsa ad impastare la tua brioche... un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
  6. Le ricette di Paoletta sono sempre una garanzia, si sa, ma le tue foto meravigliose rendono questa brioche ancora più magica!! Ho una voglia matta di mettermi a impastare, magari ci scappa anche questa delizia..

    RispondiElimina
  7. e' una meraviglia, forse fatto apposta per me che non amo panettoni e pandori!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  8. vai! meglio super attiva che moscia!
    ottima la ciambella per chi ha paura del panettone!

    RispondiElimina
  9. Ciao seguo il tuo blog dall'anno scorso, da quando usai la tua ricetta della torta di cioccolato in 20min per fare una torta di compleanno al fotofinish :D
    Le tue foto sono davvero speciali, complimenti davvero di cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste sono le cose che mi fanno piacere!!!! Grazie.......di cuore!

      Elimina
  10. Gabi come sempre tutto meraviglioso qui da te...questa brioche è stupenda...e le tue foto...uniche e speciali ♥
    Un grande bacio!!

    RispondiElimina
  11. wow! è stupenda! sei davvero bravissima

    RispondiElimina
  12. Di questa ciambella già ti avevo detto al telefono....ma é talmente bella che non potevo non lasciarti due righe! Ora vedo anche le quantità in caso di lievito tradizionale... grazie mille!

    RispondiElimina
  13. Peccato non averla qui già pronta da addentare! Gabi rimani sempre bella attiva e in forma come in questi giorni che a noi fa solo piacere! Un bacione :)

    RispondiElimina
  14. Ciao scusami, nella versione senza lievito madre dici di utilizzare 1,5g di lievito di birra fresco, ma ne sei sicura? Ne basta così poco per far lievitare il tutto? Grazie per la risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ...la dose è giusta.....basta a far lievitare tutto! ^_^

      Elimina
  15. Ciao scusa, lo stampo che misura dovrebbe avere?? Grazie

    RispondiElimina
  16. ......ho visto solo adesso, stampo ciambella da 24,....sorry.

    RispondiElimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig