22 gennaio 2014

Spezzatino di Pollo piccante con lenticchie Beluga e peperoni

Diciamocelo pure….ognuno di noi ha i propri limiti….anche se cerchiamo di smuovere un po' di polvere per non dare nell' occhio…anche se aggiungiamo dell' acqua per allungare il brodo, alla fine della fiera, la nostra vera natura esce fuori…..e allora io con tutti i "LIMITI" del caso, ho provato a buttarmi con questo spezzatino certamente insolito, magari non perfetto ma illimitatamente unico nel suo genere! 


Questo mese, le sorelle Calugi, con il loro….A FUOCO LENTO mi hanno letteralmente sconvolta;  sono caduta nell' apatia più completa….(scusate la schiettezza) ….perchè la prima cosa a cui ho pensato è stata "…e adesso cosa mi invento di nuovo????".
Per la sfida dell' MTC n. 35 è stato scelto LO SPEZZATINO, in apparenza una cosa banale…chi non prepara un piatto simile almeno una volta a settimana!?!?!? Se avessi scelto di replicare la ricetta, senza toccarla di una virgola, non avrei avuto difficoltà, ma dato che le cose per me non sono mai semplici…..ho dovuto fare i conti con la mia creatività che ha tardato ad arrivare!


La prerogativa era quella di giocare con la fantasia e dato che la cucina per me è soprattutto sperimentazione, mi sono andata a complicare la vita aspettando che l' ispirazione arrivasse….il pensiero di non riuscire a vedere oltre al mio naso e di vedere quindi lo spezzatino solo nella posizione più canonica, mi ha mandata in crisi!!! Ho avuto il timore di non farcela perché solitamente mi ritrovo a fare i conti con gli ingredienti che amo di più (ecco il mio limite), ma l' MTCHALLENGE è anche questo…..giocare provando ed imparare nuove cose!!!


Non sempre i biscotti possono salvarmi la faccia, è troppo facile nascondermi dietro alla certezza di un torta al cioccolato…..ho aspettato e alla fine è arrivato quello che cercavo. Sono caduta sulla scelta di utilizzare una carne bianca semplicemente perché è quella che mi piace di più, il mio infatti sarà uno spezzatino di pollo piccante con lenticche Beluga e peperoni. Sono certa di non aver centrato in pieno l' obiettivo ma felice di averci provato abbattendo uno dei miei limiti più grandi….cucinare la carne!

Le lenticchie Beluga sono piccole e nere, con pochi grassi ma ricche di fibre e proteine, non hanno bisogno di essere lasciate in ammollo e la loro cottura è decisamente veloce e facile. Aromatiche, dolci e delicate, solitamente si usano come contorno, per arricchire sofisticate insalate di riso, come antipasto o semplicemente per dare un tocco sfizioso a gustose zuppe. Il nero è da sempre considerato il colore chic per eccellenza…oggi questo piccolo particolare indosserà le vesti del gusto e del mangiare sano. Il peperone sarà il compagno di viaggio insieme allo zenzero e al peperoncino, un viaggio verso una ricetta insolita ma non improbabile. Sto imparando a districarmi tra cultura culinaria e buon senso….la cucina è la mia strada e spero di aver imboccato la via giusta per oggi.




La sfida per questo MTC n.35 prevedeva anche un pane di accompagnamento che completasse il piatto e qui ho giocato in casa, i lievitati sono da sempre la mia grande passione e non è stato difficile scegliere una ricetta ricca di fibre e che avesse anche un tocco chic….semi di papavero neri come le lenticchie, un richiamo cromatico e non solo. Ma adesso tutti a posti di partenza che si parte per il viaggio!


Spezzatino di Pollo piccante con lenticchie Beluga e peperoni
con Pane integrale lievitato naturalmente tostato ai semi di papavero

Ingredienti
(per 4 persone)

Per il brodo vegetale
1 gambo di sedano
1 carota
1 pomodoro
1 cipolla
1l di acqua
sale q.b.

300g di petto di pollo
250g di lenticchie Beluga biologiche
1 cipolla bianca grande
1 peperoncino
1 cucchiaino di polpa di zenzero grattugiata
1 rametto di rosmarino
vino bianco q.b.
3 cucchiai di olio evo
1 peperone rosso grande
sale q.b.
pepe q.b.

Per il pane
(ricetta liberamente interpretata estratta dal libro "California Bakery")
DOSE PER DUE STAMPI PER PANE IN CASSETTA DA 30cm

200ml di acqua tiepida
150ml di latte intero fresco tiepido
180g di lievito madre rinfrescato
250g di farina Manitoba
100g di farina di mais
100g di farina integrale
50g di farina di segale
50g di farina di farro integrale
50g di farina rimacinata di semola di grano duro
50g di orzo cotto
50g di farro cotto
15g di miele millefiori
15g di malto d' orzo
2 uova fresche biologiche
15g di sale
30g di semi di lino
30g di semi di papavero (più quelli per la copertura)
30g di semi di girasole
30g di semi di sesamo
15ml di olio di semi di girasole
15g di olio evo
15g di burro
80g di farina Manitoba per lavorare l' impasto 
(ma potrebbero anche avanzare)
1 albume


Procedimento

Per il pane

Versare in una ciotola tutte le farine, il sale, l'orzo e il farro cotto e tutti i semi. In una seconda ciotola aggiungere l' acqua, il latte, il lievito, il malto e il miele e lasciare riposare per 20 minuti (coperto).
Trascorso il tempo unire le uova appena sbattute e due tipi di olio, incorporare anche gli ingredienti secchi e lavorare il tutto con un cucchiaio. Appena l' impasto risulterà omogeneo, rovesciarlo sul piano di lavoro precedentemente infarinato con parte degli 80g di farina Manitoba, lavorare energicamente unendo via via il resto della farina, andare avanti fino a che l' impasto la assorbe.
Lavorare il pane con vigore per almeno 15 minuti, il risultato dovrà essere di un impasto liscio e lucido.
Lasciare lievitare l' impasto al caldo (chiuso con pellicola alimentare) fino a che avrà raddoppiato il volume iniziale (tre ore circa). Sgonfiare il composto e lavorarlo brevemente, formare due filoni e adagiarli negli stampi precedentemente imburrati, coprire ancora con pellicola e lasciare lievitare fino a che l' impasto avrà raggiunto il bordo delle stampo. Spennellare la superficie con l' albume, cospargere con i semi di papavero e cuocere in forno preriscaldato a 210°c per 10 minuti, e a 190°C per i successivi 15 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare almeno 4/5 ore. Tagliare tante fettine di uguale spessore e tostare in forno a 180°C per 7/8 minuti per lato. Conservare le fette di pane biscottate in un contenitore di latta a chiusura ermetica per due settimane circa.

Per lo spezzatino

Per prima cosa tagliare il petto di pollo riducendolo in tocchetti regolari, in una terrina unire la cipolla tagliata finemente, il pollo, l' olio, il peperoncino tagliato a fettine, la polpa dello zenzero grattugiata, sale, pepe e il rametto di rosmarino, mescolate brevemente e lasciare da parte. Nel frattempo preparare il brodo vegetale: lavare e tagliare a pezzetti le verdure, in una pentola capiente versare l' acqua ed unire le verdure con il sale (q.b.), portare ad ebollizione, cuocere per il tempo necessario e lasciare da parte.
Scaldare sul fuoco vivace la pentola che dovrà essere usata per cuocere lo spezzatino, quando sarà ben calda, versare il pollo con tutti gli odori che nel frattempo avrà acquisito più sapore, rosolare per qualche minuto e sfumare con del vino bianco. 
A questo punto lavare e tagliare a quadratini il peperone ed unirlo allo spezzatino, abbassare la fiamma al minimo, aggiungere parte del brodo e lasciare cuocere a fuoco lento per 30 minuti (usare altro brodo se necessario); unire poi le lenticchie lavate aggiungendo a questo punto brodo in abbondanza e, ancora a fuoco lento, cuocere per altri 30 minuti. Lasciando cuocere le lenticchie direttamente con il pollo si riuscirà ad ottenere un piatto più  gusto senza perdere alcuna sostanza nutritiva.
A cottura ultimata, spegnere e servire lo spezzatino caldo con un filo d' olio a crudo accompagnando il tutto con il pane biscottato integrale.






Con questa ricetta partecipo all' MTC di Gennaio

http://www.mtchallenge.it

Ed anche per questa volta sono riuscita a cavarmela, magari con qualche incertezza ma con la determinazione di sempre….vi comunico che finalmente il ferro del mestiere è rientrato tra le mura di casa con un hard disk nuovo, tragedia scampata, sarò quindi più presente che mai e disponibile per qualsiasi cosa…grazie ancora una volta alle sorelle Calugi per avermi piacevolmente sconvolta!!!
Bacio grande e buon proseguimento di settimana!



Share:

38 commenti

  1. Ma quanto sei brava? Brava in tutto, nello scrivere, nello spiegare emozioni, nel cucinare, nel trovare nuove idee e ovviamente nel fotografare. Le tue foto mi fanno sempre venire voglia di toccare lo schermo, di entrare dentro l'immagine. E queste lenticchie non le conoscevo, quindi ho anche imparato una cosa nuova. Abbracci, Ada

    RispondiElimina
  2. Ehhh, che vuoi farci tesoro, ognuno ha i suoi limiti, ci sono alcuni che non sono nessuno e altri che sono genio!!!!! COME TE!!!! i tuoi limiti? ma di quali limiti stai parlando tesoro! A parte il fatto che ti potevi permettere anche di fare uno spezzatino con carne di ...che ne so, di rospo, io te l'avrei passato lo stesso!!! le foto sono bellissime, lo sai non eè facile fotografare la carne e la ricetta è davvero buona, la scelta delle lenticchie nere che si cuociono senza ammollo sensata e furba e il pane? no, vogliamo parlare del pane? con tutte quelle farine dev'essere buono per forza perchè se c'è una cosa che ho imparato facendo i lievitati è che con più farine si spezza e più quello viene buono! non posso che farti un bell'applauso e sono solo una, altrimenti ti farei una ola!!!!! bacio tesoro!
    maddy

    RispondiElimina
  3. Bellissimo tutto!! La luce che ti porti dentro la fotocamera, quella che riporti fuori e quella che metti dentro il cibo. Mi piace il pollo, mi piacciono le lenticchie, stra adoro i pane in tutte le sue forme.Brava bimba!

    RispondiElimina
  4. Dire che questa ricetta sia chiccosissima è dir poco.
    Le fotografie sono davvero belle e cromaticamente perfette.
    Non ho mai assaggiato uno spezzatino così particolare, mi segno la ricetta!
    Complimenti ancora

    RispondiElimina
  5. E come sempre da un limite nasce una nuova esperienza.
    Cosa dire di questo spezzatino se non che è bello da vedere, buono sicuramente e anche mooolto fotogenico!
    Ti chiedo un chiarimento sul pane, ad un certo punto parli di due lieviti a cui unire le uova, non ho capito bene qual è il secondo, ma a parte la mia difficoltà questo pane è bellissimo e sanisdimo, nella lista da provare.
    Ba ci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo scrivere…due tipi di olio!!! Grazie per essertene accorta e felice che ti sia piaciuto questo piatto!!!

      Elimina
  6. Sono convinta che in ogni caso avresti "spaccato" anche con lo spezzatino più canonico al mondo.
    Certo che ora, vedendo questa tua creazione, si sale di parecchi gradini nella scala della creatività e mi insegni che è sempre giusto alzare l'asticella, mai accontentarsi!!
    Bravissima Gabila.
    Cri

    RispondiElimina
  7. adoro le lenticchie Beluga, a partire dal colore, trovo che siano in qualche modo anche un po sexy ( si è vero sono malata!!! :P ) bellissimi contrasti in questo spezzatino e meraviglioso il pane che continua a sorprendere il palato!

    RispondiElimina
  8. Gabila cara mi stupisci sempre, il talento è indiscutibile, niente da fare, quando ce l'hai è un bene tuo e di nessun altro. Se posso preferire una cosa tra le altre lo devo dire... è l'abbinamento cromatico, il nero della lenticchiuzza col seme di papavero insieme a tutta quella luce, mi ha letteralmente incantata

    RispondiElimina
  9. Tesoro qualunque cosa tu faccia viene fuori un capolavoro quindi sai che penso che a volte siamo noi che ci creiamo dei limiti mentali perchè poi in pratica hai realizzato un fantastico spezzatino ricco di colori e di sapori in contrasto che trovo fenomenale e non vedo l'ora di provarlo sempre se riesco a trovare quelle lenticchie mai viste prima:D!!Giù i limiti evviva la cretività amica mia!!Tanti baci dolcezza <3

    RispondiElimina
  10. carissima,
    io invece sono convinta che tu, tutto ciò che fai, lo fai mettendoci sempre cuore e anima e infatti il risultato è sempre non meno di "eccellente".
    Anche questo spezzatino ne è la dimostrazione. piccante e dall'aroma che tanto amo.
    accompagnato da un pane che, solo a leggere gli ingredienti, fa svenire (per quanto mi riguarda,solo per la ricerca!!).
    sei bravissima e altro che salvarti in corner, come sempre, tu arrivi al traguardo a testa alta!
    e le foto? o mamma, che foto!! con te in sfida sarà sempre troppo difficile mirare al 30mm!!
    ti adoro. lo sai. <3

    RispondiElimina
  11. E meno male che avevi un calo di creatività… È tutto da urlo e sul pane ho sorvolato per non disperarmi di non poter mai raggiungere un risultato simile!
    P.s. Cerca di impegnarti a fare foto meno belle, pliiiisssss!!! ;)

    RispondiElimina
  12. E' tutto bello, bellissimo... la sensazione quando vengo qui è di saziarmi pur senza mangiare davvero, solo ammirando tutte le foto! Le scorro ed è come nutrirmi... di sapori, idee, colori, luce! Le lenticchie nere come ti ho scritto su Istangram le ho assaggiate proprio oggi (a minestra) e le voglio usare per un post!
    E che te lo dico a fare, sogno e sospiro davanti a questo pane... posso sostituire il lievito madre con quello fresco? Ho preso il panetto come anche tu mi avevi consigliato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Francy, puoi sempre sostituire il lievito madre con quello di birra, si accorceranno solo i tempi di lievitazione e il pane si conserverà meno a lungo. Infatti nella ricetta originale era previsto sia il lievito di birra che quello madre, io ho scelto di eliminare quello di birra. Per la quantità di farina direi che15/18 G posso bastare, sempre meglio meno che di più !!!! Comunque urge davvero una telefonata !!! Notte cara!

      Elimina
  13. Io trovo questo spezzatino a dir poco favoloso!!!!! Complimenti Gabila!!!
    Un bacione!!!:)

    RispondiElimina
  14. I miei complimenti...non amo la carne e tantomeno cucinarla ma mi hai dato un motivo in più per dargli una chance. Lo spezzatino di carne bianca, una genialata e l'abbinamento con questi sofisticati ingredienti lo rendono speciale! Il pane non necessita di commenti ma solo di essere addentato con voracità!
    Bravissima ed in bocca al lupo x il contest
    la zia consu

    RispondiElimina
  15. bellissimo piatto e bellissima presentazione!! si nota tantissimo la tua vena creativa!! io me lo papperei subito :)

    un bacione
    sabrina

    RispondiElimina
  16. No dico ma non ti vergogni neanche un pò? Spezzatino fntastico, pane mondiale che a trovare gli ingredienti ci vuole una settimana e foto da piangere, NO cara mia qui è manifesta superiorità TU non puoi concorrere. Un bacio.

    RispondiElimina
  17. Lo immagino pungente, intenso, piccante il giusto e profumatissimo.
    A proposito......strepitoso pane!!

    RispondiElimina
  18. La cosa bella, quando passo qui, è che si avverte tutta la passione che metti in quello che fai..e questa è la cosa più importante. :)
    Anche stavolta hai creato un piatto molto bello e che mi piace un sacco, quelle lenticchie le conosco, sono deliziose!
    Un bacione mia cara, buona giornata :*

    RispondiElimina
  19. Beh Gabila, direi che alla fine ci sei riuscita alla grande!!!

    RispondiElimina
  20. Gabila cara, trovo il tuo spezzatino semplicemente meraviglioso! Il mio gusto in cucina è esattamente diviso tra tradizione e innovazione! E questa tua ricettina innovativa mi ispira tantissimo! Davvero brava, con le tue foto sembra di sentirne il profumo! Complimenti davvero!
    Un abbraccio
    Sandra

    RispondiElimina
  21. Avevo comprato a Vienna per errore queste lenticchie Beluga confondendole con il dhal nero e sono ancora nella credenza; adesso grazie a te so cosa sono. A parte ciò complimenti per il blog e sopratutto per le meravigliose foto.

    RispondiElimina
  22. Complimenti per la ricetta che, anche grazie alle bellissime foto, mi sembra quasi di avere qui vicino, con i suoi profumi.
    Bella l'idea, ci proverò sicuramente, anche perché pure io adoro i lievitati!

    RispondiElimina
  23. Io non vedo limiti! Credo ti stia sottovalutando un pochino...la ricetta è invitante oltre che insolita e le foto sono strepitose...ti viene da avvicinare il viso allo schermo per afferrare quella ciotolina! Per non parlare poi dell'abbinamento cromatico...

    Complimenti davvero!

    Ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  24. In difficoltà, all'ultimo momento, paura di non riuscire.. Fino a quando non hai messo mano ai fornelli! E' qui che sei partita in 4! Guarda che hai preparato, una meraviglia, una cosa nuova, mai vista, ma di una sicurezza disarmante.. E poi mi sono innamorata della ciotola!

    RispondiElimina
  25. apprendo con impassibile aplomb che questa ricetta è il prodotto dell'assenza di ispirazione.
    Dopodichè, mi vanpeltizzo :-)
    ma te potessino, Gabila.. TE POTESSINO!!!

    RispondiElimina
  26. hai ragione, oguno ha i suoi limiti, io ad esempio sono più in difficoltà con il pesce, hai fatto bene ad espettare perché prima o poi l'idea arriva, a te è arrivata alla grande, io credo che questo spezzatino sia ottimo, sappi che te la cavi bene anche con la carne!!! baciooo

    RispondiElimina
  27. Meno male non avevi l'ispirazione, altrimenti cosa avresti tirato fuori?!Magari non è un piatto che prepari abitualmente, ma l'MTC è anche questo, confrontarsi con qualcosa di nuovo e mi sembra che tu ci sia riuscita benissimo. Uno spezzatino gustoso accompagnato da un pane spettacolare!Bravissima. un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  28. Sei entrata perfettamente nello spirito dell'MTChallenge. E' così, a volte l'idea giusta ti viene subito, altre volte hai bisogno di tempo, per meditarla, per cercare quello che fa per te. Ed il bello del gioco è proprio cimentarsi con gli ingredienti e le tecniche che conosciamo poco o no conosciamo per niente. E' per questo che noi la consideriamo anche una piccola scuola di cucina virtuale.
    Mi piace un sacco il piatto per gli accostamenti cromatici, per le consistenze ed i sapori. Bellissimo anche il pane che richiama le lenticchie. Benvenuta.

    Fabio

    RispondiElimina
  29. Hello, jսst wanted to mention, I liked this post. Ιt was practical.
    Keep on posting!

    Also visit my web site ... curse com dbm downloadable forms

    RispondiElimina
  30. l'ispirazione ti è venuta eccome! sono senza parole...
    ma com'è che non hai ancora vinto l'mtc?????

    RispondiElimina
  31. Sono senza parole, dalla bellezza delle ricette, delle foto, del post..... Gabila...veramente .... Wow , flavia

    RispondiElimina
  32. Ma perchè non ti conoscevo? Io AMO il tuo blog :)

    RispondiElimina
  33. Splendide foto le tue, Gabila, come sempre e un piatto molto piacevole, perfettamente realizzato... Ottimo davvero l'insieme!!!

    RispondiElimina

Le vostre parole sempre gradite, essenziali per me.....mi scuso in anticipo se non sempre riuscirò a rispondere, leggo sempre tutti i messaggi con grande entusiasmo ed emozione e sono proprio questi piccoli gesti che mi danno la spinta a fare sempre meglio, immensamente grazie.

© PANEDOLCEALCIOCCOLATO | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig